Avviamento al Futuro – Percorsi di Orientamento

Perché  “Avviamento al Futuro”

Avviamento” è una parola che evoca tutte le fasi preparatorie necessarie per essere poi in grado di muoversi verso una determinata direzione, che è stata scelta e preferita tra le innumerevoli a disposizione. Avviamento indica anche l’insegnamento preparatorio verso una professione, una disciplina o una modalità di funzionamento.

Abbiamo scelto questa parola perché alcune fasi della crescita sono caratterizzate, più delle altre, da momenti di preparazione e orientamento, di costruzione di capacità di scelta e di scelte non per l’immediato ma per qualcosa che ancora non si è vissuto: il futuro.

Pretendere dalle nuove generazioni di decidere una carriera scolastica o un lavoro futuro scegliendo da cataloghi, più o meno allettanti, non corrisponde alla nostra idea di orientamento.

L’equipe educativa Crisalide ritiene che allenare, cercare/trovare, costruire la propria personalità con quelle capacità fondamentali che aiuteranno nel futuro, qualsiasi cosa accadrà, a muoversi, scegliere, formulare/riformulare strategie, sia la strada più giusta per un orientamento rispettoso della persona e del suo futuro.”

I nostri percorsi di orientamento sono a sé stanti oppure possono andare ad  integrare i percorsi di orientamento già in atto nelle scuole.

Premessa

Secondo l’ultimo World Economic Forum di Davos, il 65% dei bambini che oggi frequenta le elementari, da adulto farà un mestiere che per il momento non esiste ancora.

Ecco alcuni possibili lavori del futuro: Costruttore di parti del corpo, agricoltore/allevatore genetista, Etico della “nuova scienza”, Agricoltore verticale, Agente di polizia contro i tentativi di modifica dei fenomeni atmosferici, Avvocato virtuale, Sviluppatore di mezzi di trasporto alternativi, Responsabile per lo smaltimento dei dati personali, Responsabile dell’organizzazione della vita digitale, Broker del tempo,…

Nuovi lavori richiedono nuove competenze e crescente è la richiesta di esperti in tecnologie percepite come “abilitanti” per i nuovi modelli di business: competenze in sicurezza digitale (per l’88% del campione), in tecnologie mobili (87%), gestione del cambiamento (84%), analisi dei Big Data (84%), Cloud Computing (76%), Internet of Things (75%).

Trovare tra le prime competenze la gestione del cambiamento (Business change management) indica che le skill richieste non sono solo di tipo tecnico e che per la produzione di innovazione occorre anche il saper gestire, l’implementare, il coordinare persone e il rispondere efficacemente ad uno scenario in continua evoluzione.

Abbiamo quindi elaborato “Avviamento al Futuro”, la nostra proposta di orientamento, partendo dalle life skills identificate dall’OMS e raggruppate in 3 aree: 

EMOTIVE- consapevolezza di sé, gestione delle emozioni, gestione dello stress.
RELAZIONALI – empatia, comunicazione efficace, relazioni efficaci.
COGNITIVE – risolvere i problemi, prendere decisioni, pensiero critico, pensiero creativo.

Inoltre Crisalide nello stendere i progetti di orientamento ha ritenuto importante adeguarsi alle indicazioni del regolamento, del 22 agosto 2007, recante norme in materia di adempimento dell’obbligo di istruzione. Il regolamento indica le 8 competenze chiave di cittadinanza che tutti gli studenti devono acquisire entro i 16 anni di età, vale a dire entro la fine dell’obbligo scolastico.

imparare a imparare: acquisire un proprio metodo di studio e di lavoro;

progettare: capacità di individuare priorità, valutare i vincoli e le possibilità esistenti, definire strategie di azione, fare progetti e verificarne i risultati;

comunicare:  poter  comprendere  messaggi  di  genere  e  complessità  diversi  nelle varie  forme  comunicative  e  deve  poter  comunicare  in  modo  efficace  utilizzando  i  diversi  linguaggi;

collaborare e partecipare: interagire con gli altri comprendendone i diversi punti di vista;

agire in modo autonomo e responsabile:  ogni  giovane  deve  saper  riconoscere  il  valore  delle  regole  e della responsabilità personale;

risolvere problemi: affrontare situazioni problematiche e contribuire a risolverle;

individuare collegamenti e relazioni: possedere strumenti che gli permettano di affrontare la complessità del vivere nella società globale del nostro tempo;

acquisire e interpretare l’informazione: acquisire e interpretare criticamente ogni informazione ricevuta valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

 

I percorsi di “Avviamento al Futuro” sviluppati dalla nostra Equipe sono

01- I.O.T.: Informato o travolto

02- Brick Oriented

03- Educare alla scelta

Autore dell'articolo: Fabio