Educare alle emozioni: percorsi di educazione all’affettività e alla sessualità

Destinatari

Il progetto in questione è molto articolato e prevede interventi diversificati per ogni classe, dalla prima elementare alla terza media.

Inoltre è presente un percorso di educazione sessuale che da molti anni è condotto nelle seconde e terze delle scuole secondarie di II grado.

 

Obiettivi

Punto fondante di questo incontro è riuscire a fornire al ragazzo delle informazioni sulle sue emozioni e sulla sessualità intesa come capacità espressiva dell’individuo nella sua globalità, inserita quindi in un contesto fortemente educativo di sviluppo della personalità.

Al fine di non cadere in una pura e semplice informazione sessuale si intende completare l’educazione alla sessualità con le dimensioni relazionale, affettiva, di intimità condivisa, di narrazione reciproca. L’intenzione è quella di riportare la sessualità alla sua dimensione completa e non nella sua concezione biologica/riproduttiva o, peggio, di “uso” dell’altro.

 

Contenuti e metodologia

 Scuola primaria

I temi specifici verranno concordati attraverso gli incontri con i genitori e con le insegnanti della scuola.

In generale possiamo dire che le tecniche di animazione e le attività di gioco utilizzate si pongono queste finalità:

  • Favorire l’espressione e la condivisione dei sentimenti e delle emozioni in un contesto di accettazione e di promozione;
  • Creare occasioni di manifestazione dei propri sentimenti positivi verso se stessi e verso gli altri, l’importanza delle “carezze”;
  • Riflettere sulla propria ed altrui corporeità, anche in relazione alla dualità maschio/femmina;
  • Creare occasioni di manifestazione di timori o paure sui temi in oggetto.

 

Scuola secondaria di I grado

Classi Prime: “IDENTITA’ ED AUTOCONOSCENZA”

L’identità in genere: chi sono io?; L’autoconoscenza; Le emozioni: consapevolezza e possibilità di espressione e di gestione; Io sto bene quando… io sto male quando…

Classi Seconde: “IO E GLI ALTRI”

Io e l’altro; La conoscenza dell’altro e delle sue emozioni; L’amicizia; Il gruppo.

Classi Terze:  “AFFETTIVITA’ E SESSUALITA’”

Contributi teorici sugli aspetti culturali, psicologici, affettivi, biologici e fisiologici della sessualità con particolare riferimento al cambiamento puberale; Identità sessuale: aspetti biologici, culturali e psicologici; Ruolo maschile e femminile: atteggiamenti e stereotipi; La sessualità come elemento arricchente; Igiene sessuale: malattie a trasmissione sessuale ed igiene personale, prevenzione.
Scuola secondaria di II grado

I contenuti principali degli incontri per gli adolescenti si possono invece sintetizzare nei seguenti punti: contributi teorici sugli aspetti culturali, psicologici, affettivi, biologici e fisiologici della sessualità con particolare riferimento al cambiamento puberale; l’identità sessuale nei suoi aspetti biologici, culturali e psicologici; il ruolo maschile e femminile (atteggiamenti e stereotipi); l’igiene sessuale con riferimenti alle malattie a trasmissione sessuale ed all’igiene personale; i metodi contraccettivi.

 

Sottolineiamo infine che, in base alla esperienza operativa, e date le caratteristiche metodologiche dell’intervento, la presenza dell’insegnante all’interno della classe durante gli incontri può modificare, in maniera sensibile, i contenuti e le richieste che possono emergere.

Proposta agli adulti

Un tema delicato come questo necessita di informare e coinvolgere gli adulti. In molte occasioni infatti abbiamo realizzato un percorso di formazione rivolto in modo particolare ai genitori, per educarli ed aiutarli ad educare alle emozioni. Interventi di questo genere hanno però bisogno di una progettazione indipendente.
Verifica

Alla fine del percorso si procederà alla verifica tramite la compilazione anonima, da parte di tutti gli studenti coinvolti, di un questionario di gradimento. Incontri con gli adulti interessati.

Autore dell'articolo: admin