Generazione touch

Destinatari

Questo percorso si rivolge agli studenti delle scuole secondarie di I grado ed ai loro genitori

 

Obiettivi

Internet è senz’altro un’opportunità straordinaria.

Internet è un sorprendente database, un database particolare che cresce su se stesso: una sorta di gigantesca enciclopedia, multimediale e interattiva. Tuttavia Internet non si può trattare solamente come un enorme  serbatoio di materiali, perché è anche uno spazio di interazione. E’ sia una tecnologia di conoscenza, che una tecnologia di comunicazione.

Quindi lo scopo di questo intervento è quello di promuovere un uso consapevole di questo strumento ponendo all’attenzione dei ragazzi vantaggi e svantaggi di questo nuovo modo di comunicare-

Contenuti

Attraverso l’analisi del modo nel quale i ragazzi si approcciano a questo strumento si evidenzierà la necessità di ricuperare il senso profondo dell’educazione al senso critico

Recuperare il senso critico significa distinguere il buono dal cattivo ma anche e soprattutto distinguere quel che serve da quel che non serve. Perché se io faccio una ricerca in devo dotarmi di strumenti per capire se e che cosa della lunga serie di links e di siti che ottengo, mi serva o non mi serva. Serve il discernimento.

Educare al senso critico significa anche educare alla responsabilità. Su questo punto internet cambia le carte in tavola. Gardner osserva: «Ognuno è in grado di mettere qualsiasi cosa nel web mondiale». E per questa ragione i pericoli sono maggiori.

Infine si porrà attenzione su rischi e risorse dello strumento per la vita di tutti i giorni cercando di collegare  di contrastare la diffusione di comportamenti offensivi e lesivi nei confronti di ragazzi/e (rischi internet, cyberbullismo), dotando ragazzi, genitori e insegnanti di strumenti pratici.

Nello specifico obiettivi e contenuti che verranno affrontati saranno diversi per ogni fascia d’età.

 

Metodologie

Le tecniche e le strategie di gestione del gruppo classe e del gruppo di genitori saranno molto simili: coinvolgere in maniera attiva i partecipanti affrontando così le tematiche in questione a partire dai quesiti che essi pongono e dal loro modo di percepire e vivere il problema.

 

Strutturazione del percorso

Il percorso può essere realizzato in diverse modalità:

standard con interventi in classe sui ragazzi e interventi di progettazione iniziali con insegnanti e genitori e finali di verifica sempre con le figure adulte;

Mettiamoci nei lor panni: prevede un percorso formativo parallelo per genitori e figli con momenti comuni, è possibile prevedere anche ore nel laboratorio di informatica per consentire ai genitori che non lo fanno di sperimentarsi nelle nuove tecnologie;

Formazione per insegnanti/genitori: E’ possibile prevedere un percorso formativo per gli insegnanti o genitori in aggiunta al lavoro con ragazzi o genitori o in modo autonomo.

 

Verifica

Alla fine del percorso si procederà alla verifica tramite la compilazione anonima, da parte di tutti gli studenti coinvolti, di un questionario di gradimento. Incontri con gli adulti interessati.

Autore dell'articolo: admin